“Prigione e territorio”, il 26 e 27 maggio convegno all’Università di Sassari

0
1
Conferenza stampa di presentazione di "Prigione e territorio" all'Università di Sassari

L’Università di Sassari, il Comune e il Consiglio dell’Ordine forense di Sassari lavorano insieme per promuovere dal 22 al 27 maggio una settimana di eventi dedicati alla sensibilizzazione e allo studio sulle pene alternative alla detenzione.

Il Convegno “Prigione e territorio”. Il momento principale sarà il convegno “Prigione e territorio. Percorsi di integrazione dentro e fuori le carceri” che si svolgerà venerdì 26 dalle 15.30 in aula Segni e sabato 27 maggio dalle 9.00 nell’aula magna centrale dell’Ateneo. L’evento è organizzato in collaborazione con il Tribunale di Sorveglianza di Sassari e la Camera di Commercio di Sassari. Ospite d’eccezione sarà Vincent De Gaetano, giudice della Corte europea dei Diritti dell’Uomo. In una due giorni aperta al pubblico, interverranno i maggiori esperti del settore per favorire una riflessione a più voci sugli aspetti teorici, organizzativi e operativi connessi al tema dell’espiazione della pena con modalità alternative alla detenzione.

Esempi virtuosi di reinserimento lavorativo dei detenuti. L’appuntamento si propone anche come momento di lavoro concreto finalizzato all’attuazione di progetti volti al reinserimento lavorativo e sociale dei detenuti. Per questo ogni giornata prevede una sessione di interventi e una tavola rotonda. “Alternative alla carcerazione e impegno delle comunità locali” è l’argomento della prima, coordinata dall’assessora regionale all’Industria Maria Grazia Piras, in programma per venerdì 26 alle 18.00 e finalizzata a innescare una rete virtuosa di collaborazioni in cui il Ministero della Giustizia, le università, le pubbliche amministrazioni e le imprese lavorano per ottenere ricadute sul territorio con impatto sociale misurabile. “Esperienze e prospettive di lavoro nell’esecuzione penale esterna” (27 maggio ore 11.00, aula magna piazza Università) è il tema della seconda tavola rotonda che sarà moderata dalla giornalista Daniela Scano. Sarà l’occasione per presentare esempi virtuosi di reinserimento lavorativo dei detenuti, come l’esperienza “Lavoro&Futuro srl” che sarà raccontata da Giuseppe Ongaro.

Opportunità in Sardegna grazie ai fondi europei. Possibilità concrete sono offerte dalla Regione Autonoma della Sardegna grazie ai fondi POR dell’Unione europea. Gli assessorati alla Sanità e al Lavoro potranno programmare misure in materia di integrazione sociale e di formazione professionale.

Dal 22 al 25 maggio il santuario di San Pietro in Silki ospiterà la “Mostra di arte sacra” con opere realizzate dai detenuti della Casa circondariale di Bancali su proposta e con un finanziamento della Caritas Turritana. Sarà visitabile tutti i giorni, dalle 15.30 alle 19.00.  La mattina del 27 maggio, durante il convegno, la stessa mostra sarà esposta nello spazio davanti all’aula magna dell’Università di Sassari.

“Le metamorfosi nell’esecuzione della pena”. Giovedì 25 maggio alle 15.30 in aula Segni, conferenza organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Sassari intitolata “Le metamorfosi nell’esecuzione della pena”, di Marco Pelissero, ordinario di Diritto penale nell’Università di Torino.  A seguire, alle 17.30, è prevista la proiezione del film “L’aria salata” (premio Festival Internazionale del Film di Roma 2006, David di Donatello 2007) a cura dell’associazione studentesca Elsa (associazione studenti Giurisprudenza) e Rotaract  club Sassari. In conclusione il dibattito. Ai partecipanti saranno assegnati dei CFU.

Un secolo di bonifica umana. Organizzata dal Dipartimento di Agraria, dal parco regionale di Porto Conte e dall’Editore Carlo Delfino, si terrà  venerdì 26 maggio alle 11 nell’Aula Magna del Dipartimento di Agraria (viale Italia 39) la presentazione del volume “Un secolo di bonifica umana. Colonie penali e miglioramento fondiario nella Nurra di Alghero (1864-1962)”. Interverranno i curatori dell’opera, G. Antonio Farris e Stefano Tedde, e gli autori. Coordina i lavori Antonello Pazzona, direttore del Dipartimento di Agraria.

Dall’8 al 24 giugno, inoltre, i locali della ex Biblioteca universitaria in piazza Università ospiteranno l’esposizione fotografica Figuras3Mostre, un’iniziativa dell’associazione Ogros-fotografi associati, sostenuta dalla Fondazione di Sardegna e dal Comune di Sassari, realizzata in collaborazione con l’sssociazione Sarditudine. Le tre mostre (a cura di Marco Ceraglia, Antonio Mannu e Salvatore Masala) indagano anche il mondo delle carceri. L’inaugurazione si terrà l’8 giugno alle 17 e l’esposizione sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.45; il sabato dalle 16 alle 18.45.

Condividi questo articolo: